logo

Visualizzare tutti gli articoli

Continuare a fare progetti, nonostante la malattia

CONSIGLIO

Giacomo di Falco, Psico-oncologo

Da: Giacomo di Falco, Psico-oncologo

Pubblicato 3 mese fa

"È molto importante poter continuare a proiettarsi nel futuro, perché nel futuro tutto è possibile! Far tornare questa verità nella vostra mente è importante quanto la cura della vostra malattia, perché avere una malattia cronica non è aspettare passivamente in una sala d'attesa ma è piuttosto l'opposto, cioè riacquistare il controllo sulla propria vita forse ancor più di prima.

I medici e il personale infermieristico che si prendono cura di voi lo sanno bene ed è per questo che vi incoraggeranno sempre a continuare a fare progetti.

Un fine settimana al mare, due settimane in Russia o altrove, un lancio con il paracadute, iniziare le lezioni di pianoforte o di yoga, è sempre bene seguire i propri sogni e i propri desideri, ora come prima della malattia.

Un consiglio: fate una lista dei vostri piani e non abbiate paura di mostrarli a chi vi assiste, farà tutto il possibile per aiutarvi a realizzarli. Rimandare un ciclo di chemioterapia o la data di un esame è assolutamente possibile e il vostro medico sa che quello che succede nella vostra testa è direttamente collegato a quello che succede nel vostro corpo. Guardare avanti è importante quanto prendere le medicine!

D'altra parte, se pensate che qualcosa non sia giusto per voi o impossibile nel vostro caso, ricordate che spesso siamo noi stessi a stabilire i nostri limiti nella nostra vita. Ecco perché amo questa citazione di Mark Twain, l'autore di Tom Sawyer, che trovo molto stimolante: "Non sapevano che era impossibile, così lo fecero". 

E voi, cosa realizzerete di impossibile oggi? 😊"

Giacomo Di Falco

share