logo

Visualizzare tutti gli articoli

Ho ritrovato la mia energia grazie alla marcia afghana

ATTIVITÀ FISICA

Éléonore, paziente e fondatrice dell'associazione Lymphosport

Da: Éléonore, paziente e fondatrice dell'associazione Lymphosport

Pubblicato 3 mese fa

In questo articolo, Éléonore, malata di cancro, vi presenta la passeggiata afgana e i suoi benefici per chi come lei soffre di malattie croniche.

Camminare più a lungo e rilasciare la tensione

Così mi sono interessata alle tecniche che mi permettono di camminare più a lungo liberando le mie tensioni.

È così che ho scoperto la marcia afghana! Cercavo infatti una certa coerenza tra sforzo muscolare e respirazione, che troppo spesso viene dimenticata quando si cammina!

Ora uso questa tecnica durante le mie escursioni o gli allenamenti di nordic walking e mi sento meglio!

Marcia afgana

Ma cos'è la marcia afghana?

Tra esercizio fisico e meditazione, questa disciplina dà un'altra visione del camminare e del potere del respiro. È un po' come lo yoga del camminare! 

I carovanieri afghani che camminavano per lunghe distanze in montagna regolavano i passi in base al respiro per conservare meglio la loro energia.

La sequenza di base - quella che rispetta maggiormente la respirazione naturale - è divisa in otto battute: l'inspirazione avviene attraverso il naso sui primi tre passi, poi si sospende il respiro a polmoni pieni sul quarto, poi si espira attraverso la bocca sui tre passi successivi prima di sospendere il respiro a polmoni vuoti sull'ottava ed ultima battuta.

Per riassumere:

➡️ Inspirare col naso su tre passi

➡️ Tenere i polmoni pieni su un passo

➡️ Espirare (soffio) per tre passi

➡️ Bloccare i polmoni vuoti per un passo

Per cominciare vi consiglio di camminare lentamente e di fare passi molto lunghi, per avere il tempo di inspirare ed espirare e di lavorare su sei battiti:

➡️ Inspirare su tre passi

➡️ Espirare su tre passi

L'obiettivo è una sensazione di benessere e non la velocità, ma sta a ciascuno trovare il proprio ritmo di respirazione e di cammino!

Camminata veloce

Quali sono i benefici?

Si ritiene che la marcia afghana agisca sul metabolismo, sul funzionamento cardiovascolare e sulla sensazione di stanchezza e di sonno. Essa vi permetterà anche di migliorare la postura della parte superiore del corpo, di aprire la gabbia toracica e di sentire meglio i vostri appoggi.

Naturalmente, questa pratica non sostituisce un follow-up da parte dei professionisti della salute.

Ecco un link di un video che vi spiega i benefici di questa tecnica! Praticatela regolarmente, una o due volte alla settimana o più, e ne vedrete i benefici. 

Prendetevi cura di voi stessi. 🥰

Éléonore Piot

share